EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

News

01/10/2015 - Separazione: addebito al marito contumace sanza istruttoria.

A pronunciarsi sulla questione in merito è il Tribunale di Milano; il quale si è pronunciato su ricorso presentato da una donna per ottenere la separazione giudiziale dal marito con contestuale addebito al coniuge per aver costui abbandonato ingiustificatamente il tetto coniugale. Inoltre richiedeva l'affido esclusivo dei figli, l'assegnazione della casa coniugale ed un contributo al mantenimento. Nel corso del procedimento,nonostante la regolarità della notificazione, il marito rimaneva contumace. Per cui, i giudici ritennero acclarata l'intollerabilità della convivenza, senza necessità di espletare una specifica istruttoria. Ciò in quanto le parti,...

Leggi tutto...


20/08/2015 - Danni da fauna selvatica - a chi la competenza risarcitoria ?

Le funzioni risarcitorie in materia di circolazione stradale restano in capo alla Regione che, con la L.R. n. 10/2003 - art. 3 e la L.R. 28/1/2004, n. 10 - art. 49 intitolato “risarcimento dei danni provocati dalla fauna selvatica”, ha delegato all'Amministrazione Provinciale le sole funzioni risarcitorie relative ai danni provocati dalla fauna selvatica alle produzioni agricole ed alla zootecnia (tutti i residuali compiti, quali, ad esempio, l'abbattimento di animali in caso di sovrappopolamento, il loro controllo, il fare apporre sulle strade apposita segnaletica per gli automobilisti e l'obbligazione risarcitoria...

Leggi tutto...


22/05/2015 - Responsabilita' medica: obblighi del professionista e grado di diligenza richiesta

La prevalente giurisprudenza di legittimità ritiene che l’inadempimento, da parte del medico, della propria obbligazione, generi un’ipotesi di responsabilità contrattuale sulla base del combinato disposto degli artt. 1218 e 1228 c.c.. L’obbligazione a cui è tenuto il medico è tipicamente professionale ed, in quanto tale, può essere legittimamente e pacificamente ritenuta di mezzi: il sanitario, in sostanza, assumendo l’incarico, si impegna a prestare la propria opera intellettuale per il raggiungimento del risultato prefissato, non per conseguirlo necessariamente (Cass. Civ., 25/11/1994, nr, 10014). In quanto l’obbligazione del medico è di mezzi,...

Leggi tutto...


22/05/2015 - Reato di stalking - Vietato anche lo sguardo

La Corte di Cassazione nella sentenza n. 5664/2015 ha introdotto una sorta di decalogo sui comportamenti che gli stalkers non possono avere nei confronti delle loro vittime. Secondo i giudici della Corte di Cassazione, infatti, sono molteplici le azioni che lo stalker non può compiere: non può avvicinarsi fisicamente alla vittima o pedinarla, né cercare di comunicare faccia a faccia e neppure perseguitarla con telefonate o messaggi sul cellulare o cercare di contattarla in qualsiasi altro modo. In aggiunta a questi viene introdotto anche il divieto di sguardo, quanto questo...

Leggi tutto...


22/05/2015 - La nuova disciplina relativa ai licenziamenti individuali e collettivi in caso di licenziamento illegittimo

Il Decreto Legislativo n. 23/2015, approvato dal Consiglio dei Ministri il 20 febbraio 2015 ed entrato in vigore il 7 marzo, reca disposizioni in materia di contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti, e si applica a tutti i lavoratori che sono stati assunti a tempo indeterminato successivamente all'entrata in vigore del decreto. Le nuove disposizioni riscrivono il sistema sanzionatorio per i licenziamenti individuali e collettivi di operai, impiegati e quadri. 1. Licenziamento discriminatorio Il licenziamento discriminatorio (per ragioni di credo politico o fede religiosa, o per l'appartenenza...

Leggi tutto...


Sei alla pagina: 2 - Pagine totali: 5

Vai alla pagina: << | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | >>